APOTEOSI REZZATESE!!..IL TROFEO DEL GARDA è NOSTRO!

Dopo la pioggia arriva sempre il sole..  è questo il riassunto di giornata che potrebbe essere anche la sintesi di questi ultimi anni :, lunghi,difficili, estenuanti, ed alla fine non c’era modo migliore  per festeggiare il ritorno (ci auguriamo questa volta definitivo) alla normalità.  

Dopo una mattinata umida il pomeriggio odierno è andato via via scaldandosi nell’atmosfera unica del Trofeo del Garda giunto quest’oggi sua 48° edizione.  Organizzato  magistralmente dalla Robur Barbarano con il sostegno del comitato provinciale questo è da tempo immemore “IL TROFEO” per eccellenza che sancisce lo “stato di salute” delle società giovanili bresciane e non solo. Ebbene appare quasi ovvio dire che la nostra condizione “post Covid” è parsa davvero ottima se non eccezionale   migliorando il 3° posto dell’ ultima edizione e conquistando “il Leone d’oro” per la prima volta nella storia! 

Gli artefici di questo straordinario successo sono stati i nostri “65 Giessini” Rezzatesi : seconda squadra più numerosa tra le oltre 30 presenti che hanno conquistato un bottino di ben 10 medaglie individuali ma soprattutto  4 podi con le 5 staffette schierate a riprova della grande coesione, intesa ed affinità che caratterizza i nostri giovani dalla categoria esordienti a quella cadetti. Strepitosa la 4×50 esordienti con Rampi D’aiuto Sguaizer Sigalini , cosi come la 4×100 Ragazzi vittoriosa con Bodei Abate Boccacci Ferrari e Ragazze (argento con Albini Cantoni Filosi Marcelli).  Entrambe quest’ultime staffette corrono rispettivamente in 55″2 e 56″4  a meno di un secondo dal primato sociale che finalmente potrebbe essere migliorato visto che, soprattutto quello femminile, resiste dal lontano 1977. Argento anche per le cadette con Mongelli Botticini Trivella Mascia mentre i cadetti si fermano al 4° posto con D’intino Bettoglio Mazzola ed Abate.

Difficile poter elencare tutti e 65 i protagonisti che comunque, dal primo all’ultimo, hanno contribuito con i loro sforzi ed i loro innumerevoli personali a rendere grande se non indimenticabile questa giornata.  Doveroso comunque menzionare almeno i “finalisti” a partire dalla categoria esordienti  dove i complimenti vanno alla responsabile di settore (ex velocista di livello nazionale) Zanelli Elisa che sta plasmando “un’invincibile armada” soprattutto nel settore femminile con Rampi Maddalena capace di vincere il salto in lungo e bissare con l’argento (per pochi centesimi) nei 600mt oltre a Sigalini Sara che si aggiudica il vortex (Bertocchi è 8°) ed il bronzo nei 50mt. Tra i ragazzi capeggiati da coach Gaibotti molto bene Filosi Irene che, oltre al bronzo nei 1000mt è argento nel vortex con 34 metri neppure troppo distanti dal primato sociale di Mannino Eleonora (40.20mt). Tra i maschi ottimo nella velocita Bodei Riccardo : eroe di giornata che dopo un salto in lungo cosi cosi comunque di bronzo ha portato il primato personale nei 60mt  a 8.12 in batteria e poi a 8.00 in finale utile per l’argento ma anche per  il primato sociale. Nei 1000mt 4° posto per Ferrari 6° per Boccacci e Cantoni , 7° per Visbal Montero . Tra i migliori cadetti menzioniamo invece Mongelli Viviana che prima sfiora la finale degli 80 con un buon 11″00 e poi con 4.37 ottiene il bronzo nel salto in lungo (8° Bianca Botticini con il pb 4.13). 

Speriamo anche che l’eco di questo successo arrivi  negli uffici amministrativi comunali   per convincerli definitivamente  di quanto sia eccellente il lavoro svolto costantemente dal presidente Enrico Romano , dal  direttore tecnico Max Botta , dalla responsabile del settore giovanile Barbara Brambilla oltre ai già citati Gaibotti e Zanelli e per che nò anche dal sottoscritto.  Sarebbe assurdo che una squadra giovanile tra le più numerose  ed oggi anche la più forte della provincia si ritrovasse presto senza pista e confidiamo che le parole convincenti degli ultimi mesi si trasformino presto in fatti cosi  da evitare di rimanere senza pista..

 Ma oggi è un giorno da ricordare e quindi  concludiamo questa lunga rassegna rinnovando nuovamente i complimenti a tutti i nostri GSSini a partire dagli ultimi o comunque coloro che si sono sentiti meno soddisfatti nella speranza che si siano comunque. divertiti! facendo parte di una giornata storica per nostri colori perchè sicuramente campioni non si nasce ma lo si diventa!:

Vi saluto quindi  con il nostro motto  che ripercorre una celebre frase di Emil Zatopek 

  “Non importa cosa  trovi alla fine di una corsa, l’importante è quello che provi mentre corri”.

 

 

 

 

Pubblicato in Gare

Anna Castellani l’araba fenice

Nel turbine d’emozioni dello scorso week end un capitolo doveroso va assegnato alla nostra Anna Castellani.  Punta di diamante del mezzofondo rezzatese negli anni ha strapazzato numerosi record sociali stampando anche un notevole 3’09 nei 1000mt quando, ancora nella categoria ragazze, le ha permesso di ottenere il più alto punteggio giovanile della nostra storia sfondando il tetto dei 1000punti FIDAL .

Gli anni passano e le difficoltà aumentano e, nel corso delle categorie cadetti ed allievi, riconfermarsi  è risultato sempre più difficile: la concorrenza aumenta , il tuo fisico cambia, e non sempre la pista riesce a regalarti le risposte che desideri.

Inizia così il valzer di sapori e dissapori fatto gioie e delusioni con quella strana legge dell’atletica per cui le soddisfazioni sembrano sempre centellinate mentre i litri di sudore e fatica si barattano a bizzeffe.

Guardandosi alle spalle, per fortuna, le gocce di felicità non mancano : dalla prima volta sotto i 5 minuti alla prima sotto i 2’20 negli 800 senza contare una bella sfilza di titoli provinciali contornata da piazzamenti regionali di lusso in chiave assoluta e quei titoli di “regina delle siepi” che sono stati la sua croce e delizia.  Proprio  nel preparare le siepi lo scorso settembre  rimane vittima del destino beffardo di una distorsione di IIi grado con sublussazione e  lesione del tendine peroneo calcaneare che la lascia completamente fuori dai giochi per mesi.  

Ferita nel corpo e nell’animo da uno di quei colpi che una volta sferrati  ti cambiano per sempre e ti fanno capire se sei destinato a soccombere o, come un’araba fenice,a risorgere dalle tue ceneri .   La sua resilienza si è misurata nel corso delle settimane e dei mesi successivi:  dalle stampelle alla riabilitazione, dalla fisioterapia alla piscina per poi ricominciare ad assaporare le sensazioni del vento tra i capelli mentre si corre.

Il cerchio si è finalmente chiuso lo scorso week end quando,al meeting Libertas di Mantova ha tagliato nuovamente il traguardo dei 1500mt in 4’58”16.  Solo lei può sapere cos abbia provato superando la linea d’arrivo… sicuramente al di là di quanto possa sentirsi soddisfatta o meno questo risultato la riporta lì, a 4 secondi dal suo personale, come se il tempo sospeso di questi mesi si fosse finalmente sbloccato.

Comunque andarà avanti la stagione questo risultato la mette nella grande cerchia di coloro che hanno saputo rialzarsi, ispirata chissà dalle gesta del gesso di un certo Gianmarco Tamberi, ci auguriamo che le analogie possano continuare non solo nelle sventure ma anche nelle imprese più memorabili di un’araba fenice che ha ripreso a volare.

 

“”Chi striscia sulla terra non è esposto a cadere tanto facilmente come chi sale sulle cime delle montagne”

Pubblicato in Gare

Nel week end delle staffette torna l’ “Andrea and Andrea show”!!

Week end dedicato principalmente ai campionati provinciali di staffette ma che nella giornata di sabato ha avuto un piacevole antipasto con il Meeting Bronze di Chiari che ha visto il primo “botta e risposta” tra i due contendenti della passata stagione Andrea Bordiga ed Andrea Lanfredi . Quest’ultimo  aveva già dato assaggio della sua condizione con un ottimo 8’37 nei 3000mt  e  sabato ha saggiato la sua condizione nei 1500mt con un 4’00 che lo issa al 3° posto provvisorio della classifica  sociale. Si aspettava una risposta dall’Andrea Bordiga e la risposta è arrivata tonante con un 200mt (in prima corsia) corso con il nuovo PB di 22″37. pari ad 810 punti fidal .  Questo punteggio gli fa ritoccare il suo miglior punteggio assoluto di 49″95 nei 400mt rilanciandosi anch’esso in classifica e lasciando intendere che entrambi saranno ancora portagonisti nella lotta alla GOLDEN CUP 2022.  Molto bene anche Mazzotti Dafne che nel doppio giro di pista lima 8 secondi e stampa un buon 2’30 mentre Stefano Facchin con un buon 58 e spiccioli si prende il primo bornzo di stagione nei 400hs.

Passando ai campionati di staffetta il cassetto dei ricordi si apre sulle innumerevoli sfide che hanno caratterizzato i nostri quartetti negli anni passati. Quest’anno il titolo provinciale è per l’inedito debutto  della 4×1500 con Boifava, Cucchi Castellani e Bresciani mentre non poteva mancare l’appuntamento con la 4×400 con il quartetto formato da Bordiga Lanfredi Facchin e Marrale  con chiude al secondo posto in 3’30.

Presente anche la 4×100 cadette (6° classificata) mentre tra le ragazze si fanno notare  nella 4×100 Albini Cantoni Filosi e Frigerio capaci di un buon 57″5 che le vale il 3° posto posto bissato poi da Cantoni Filosi ed il supporto di Ballerini Annalaura nella 3×800 sempre 3° al traguardo con il nuovo primato sociale sulla distanza.

 

Pubblicato in Gare

ATL Rezzato BOOOOM: le “Marmotte” sono tutte nostre e ..non solo!

Ci si aspettava un inizio di stagione scoppiettante ma le prime uscite 2022 hanno superato ogni più rosea aspettativa.

Il debutto giovanile allo stadio clarense ha avuto un eco senza precedenti con oltre 90 Gssini presenti al campo gara in una manifestazione da record (ed un grande applauso va a tutti i genitori che hanno “supportato e sopportato” l’intera manifestazione). Gran fermento soprattutto tra i più giovani dove il settore femminile ha visto una spledida doppietta nella staffetta 4×50 affiancate alle vittore di Rampi Maddalena nei 600 e Sigalini Sara nei 50h oltre ai metalli più pregiati finiti al collo di Mazzola Nicolò nel tiro del giavellotto cadetti e Bodei Riccardo nei 60hs categoria ragazzi.

E’ stata poi la volta degli assoluti che, prima Rodengo Saiano poi allo stadio Gabre Gabric , di Brescia hanno cominciato a farsi notare . Gli applausi qui vanno a Boifava Alessia che ritocca il primato sociale dei 10000 mt mentre  Andrea Lanfredi firma la momentanea miglior prestazione 2022 con un notevole PB nei 3000mt portato ad 8.37!  Occhi anche al vincitore GOLDEN CUP 2021 ANdrea Bordiga che non resta certo a guardare e piazza nei 150mtt un bel 17.00 lasciando intendere che ci saranno sicuramente ancora loro tra i “papabili” contendenti al trofeo 2022.

La seconda prova del trofeo giovanile “le marmotte” ha visto ancora numeri da capogiro per i nostri portacolori che dopo poco più di due settimane dall’apertura della stagione outdoor conta già più di 80 atleti presenti alle  manifestazioni in pista: Record Assoluto. Gran lavoro quindi per i nostri coach giovanili Barbara Bramibilla Federico Gaibotti e soprattutto Elisa Zanella che ha visto i progressi dei suoi migliori atleti in vista dei prossimi appuntamenti.  Vanno infatti nuovamente a medaglia De Paolis Emma  Berto hi lorenzo

 

nel lancio del vortex, Rampi Maddalena nel salto in lungo (notevole 4m09mt per la categoria) dove si annota la doppietta ad opera di Alberti Francesca (3.72mt).  Tra i ragazzi ancora medaglia d’oro per Bodei RIccardo nel salto in lungo (anche argento nei 60piani con PB) oltre a Filosi Irene (argento nei 600mt con il PB di 1.52) e Bettoglio Andrea (argento nel getto del peso cadetti) e tutto questo solo limitandosi ai podii di giornata che sicuramente lasciano intendere come quest’anno il trofeo sociale GOLDEN CUP avrà nuovi protagonisti a contendersi la vittoria dopo anni di “restrizioni forzate”.

Colgo l’occasione per augurare una buona e felice Pasqua ad atleti genitori e simpatizzanti mi raccomando con poche uove/colombe e…tanta voglia di atletica che i prossimi appuntamenti stanno già bussando alla porta!

Pubblicato in Gare

Ragazzi da sballo ai Campionati provinciali: doppio podio a squadre e titoli per 4×100 Botticini Trivella e Bettoglio

Grande performance per i nostri giovani della categoria ragazzi che ieri allo stadio Gabre Gabric sfoggiano tutta la loro voglia di gareggiare. Sicuramente il parterre degli avversari non era quello dei tempi “pre covid” ma come sempre i meriti vanno a chi “sa farsi trovare pronto al momento giusto” e quindi il primo applauso va anche ai tecnici Federico Gaibotti e Brambilla Barbara per aver “caricato” la squadra a dovere nel momento che conta.

Oro nella classifica a squadre femminile e bronzo in quella maschile: è questo il verdetto della giornata che ha visto nel dettaglio le buone prove nella velocità di Albini Anita Cantoni Giulia e Tapparo Anna ma soprattutto l’argento di Mascia Sofia nell’alto a quota 1.24 oltre al titolo nel lungo per Botticini Bianca (4.12) e nel vortex per Trivella Matilda ( 35mt) seguito, sempre nel vortex, dal bronzo di Filosi Irene eGazzurelli Greta. Albini Trivella Filosi e Botticini sono state anche le protagoniste della staffetta 4×100 con il buon crono di 58.8 dove schieravamo anche un secondo quartetto con  MAscia Gazzurelli Tapparo e Cantoni.

Al maschile bronzo con personal best per Bodei Riccardo nei 60 piani oltre alla doppietta oro ed argento nel getto del peso con Bettoglio Andrea e Ragnoli Andrea mentre nel vortex erano schierati Filippini Mattia ed ALmici Giorgio quest’ultimi assieme a Bettoglio e Bodei hanno anche ottenuto il bronzo nella staffetta 4×100.

Sabato invece abbaiamo avuto le belle prove dei nostri assoluti/master con il doppio argento di Andrea Bordiga nei100-400 . Per lui le prove si sono concluse a pochi centesimi dall’oro e dai rispettivi personali vanificando purtroppo la possibilità di allungare nel TROFEO SOCIALE ma, comunque andrà a finire, la sua sarà una stagione da applausi per l’intensità ed il livello medio di prestazioni raggiunte in svariate discipline. E’ ancora in forma smagliante Andrea Lanfredi che , galvanizzato dal 3000mt di 10 giorni fa, sfiora il pb nei 1500mt ottenendo anche uno splendido bronzo e per lui i prossimi appuntamenti nel miglio e nei 5000mt potranno costituire davvero la svolta per l’intera annata! 400 e 1500 hanno regalato soddisfazioni anche a Stefano Facchin che ottiene il pb a 51″74 mentre Mongelli Simone sigla un interessante 4’20, presenti anche Coponi Michael e Marrale Jacopo trai maschi mentre Boifava Alessia e Cucchi Nicole tra le donne. Infine nel settore lanci Barbara Brambilla in “formato atleta” si porta a casa il titolo master nel giavellotto e l’argento nel getto del peso dove presenziavano anche Guidarini Miria ed Edem Forson che, in assenza di una gara di disco, ha colto l’occasione per rispolverare i personali di peso e giavellotto  recuperando punti preziosissimi per la lotta alle medaglie del Trofeo Sociale.

Appuntamento la prossima settimana  (la penultima della stagione) con praticamente tutte le categorie schierate per l’ultima volta  a partire da esordienti e ragazzi al San Polino di Brescia , cadetti e ragazzi nella rappresentativa provinciale MITEEN ed assoluti nella prova del miglio nella bergamasca oltre al Meeting d’Autunno!! Buone gare a tutti!

Pubblicato in Gare