Andrea Lanfredi oltre il muro del suono: 3’59″89 per il nuovo primato sociale assoluto

Nell’atletica come nella vita ci sono quei “muri” che una volta abbattuti sembrano aprire una nuova dimensione;  ti rendono consapevole delle tue potenzialità…in un certo senso ti rendono un atleta …nuovo!  Una volta valicato quel muro tornare al campo di allenamento non sarà più la stessa cosa  e sapere di valere  “tre” e non “quattro” ti classificherà per sempre come un atleta di una certo livello piuttosto che un altro.  Di “muri “nell’atletica ne esistono tanti ed indipendentemente dalla categoria e dalle discipline la soddisfazione di “abbatterli” resta sempre la stessa. Dal superare i 40mt di disco, 15 metri nel salto triplo o i 5 minuti nei 1500 (donne)  l’ultima impresa in ordine cronologico la sigla questa settimana Andre Lanfredi che al silver meeting di Zogno non solo abbatte per la prima volta il muro dei 4 minuti nei 1500 (uomini) ma per una manciata di centesimi strappa a  SImone Soncina il primato di società assoluto entrando negli annali rezzatesi con il crono di 3’59″89. Per Andrea si tratto di uno splendido “colpaccio” e dopo la mezza delusione degli italiani si riscatta ampiamente balzando anche al terzo posto della classifica sociale con ottime prospettive in vista dell “festival del mezzofondo di fine stagione” Bravissimo.

A festeggiare nel week end è anche Pietro Milzani autore di un buon progresso negli 80 piani al meeting nazionale di Chiari che l’ha visto salire sul terzo gradino del podio con il nuovo PB di 9″64 allungando in modo forse decisivo nella classifica sociale dato che il prossimo fine settimana sarà chiamato a difendere i colori Lombardi al criterium Nazionale.

La settimana di gare oltre al silver meeting ed il meeting nazionale clarense ha visto impegnati gran parte dei nostri atleti attivi anche al Meeting Elite ed è cosi che anche Facchin  Stefano consolida i suoi progressi nei 400hs siglando il suo terzo crono assoluto.  Corselli Lorenzo corre ancora una volta il giro della morte vicino ai suoi migliori crono mentre Castellani Anna e Cucchi NIcole sfiorano ancora  il muro dei 5 netti senza fortuna. Bene Marrale Jacopo che lima qualche centesimo al personale dei 300 piani inserendosi nella top ten golden cup ai danni di Mazzotti Dafne e Boifava Alessia (purtroppo ritirata nella prova degli 800 piani). Applausi anche per Baccinelli Nicola che, con una folata generosa di vento alle spalle, sigla un buon 11″56 che quasi gli permette di entrare nella finale a 12 e speriamo di vedere presto confermati questi progressi senza l’aiuto di eolo. Tra i vari protagonisti della settimana applausi anche per MIchael Coponi che  sigla un bel 1500 in 4″27 oltre al PB negli 800 di 2’07 abbattendo per la prima volta il “muretto” dei 2’10 e stuzzicandolo a provare magari il prossimo anno ad avvicinare il muro ben piu consistente dei 2 netti.  Applausi anche per Ghitti Samuele che in quest’annata d’esordio cosi strana comunque si toglie la soddisfazione di abbattere per la seconda volta il “muro” dei 3 netti nei 1000mt cadetti confermando di essere un ottimo atleta nelle middle distance anche in ottica futura. Si rivedono infine con piacere  nuovamente alle competizioni anche Sorrentino Gabriele e Chitò Sara…atleti che lo scorso anno tra i ragazzi hanno spesso fatto parlare di sè affrontano la prima prova nella categoria superiore con Gabriele negli 80 piani e Sara nel giavellotto. Le prestazioni non sono ancora esaltanti ma giusto rompere il ghiaccio ora per allenarsi in vista del prossimo anno cosi da sfoggiare il talento che hanno già dimostrato in passato.

Ora Fari puntati per il prossimo weekend per le categorie ragazzi esordienti a chiari mentre il criterium nazionale cadetti ci spingerà a tifare Pietro per sognare in grande e  veder abbattuta la barriera dei 37 netti ….che dici PIetro ci proviamo????

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Questo articolo è stato pubblicato in Gare da fede . Aggiungi il permalink ai segnalibri.